Meristemi
Nelle piante, in alcune zone del loro “corpo”, ci sono regioni che si mantengono allo stato
embrionale per tutta la vita.

Le cellule di questi tessuti sono in grado di riprodursi in continuazione e indefinitamente, dando
origine a nuove strutture (cellule, tessuti e organi) e consentendo la crescita della pianta.

Questi tessuti sono detti meristemi e le loro cellule si dividono in continuazione realizzando
un ringiovanimento del proprio protoplasma; pertanto sono ritenuti dai botanici “tessuti
perpetuamente giovani”.

Ne consegue che le piante (vite compresa), a differenza degli animali (uomo compreso),
hanno “un sistema di crescita che si potrebbe definire aperto”, infinito, potenzialmente eterno.